Categoria: Storia ferroviaria
Editore: Gaspari Editore - Udine
Pagine: 256
Biblioteca: Ferrovie Arrugginite
Luogo: Biblioteca /Museo Ferrovie Arrugginite
Anno: 2019

Stato prestito: Disponibile

Disponibilità: 1/1

Recensione

INDICE

Presentazione di Giuseppe Morandini

Presentazione di Luigi Cantamessa

Introduzione di Andrea Palese

Una premessa

La Pinzano-Gemona

— Le varianti di tracciato della Spilimbergo-Gemona e il possibile passaggio per San Daniele

— L'emergenza degli interessi militari e il ruolo "ombra" di Giacomo Ceconi

— Il 1907, l'anno cruciale: i "Memoriali" avversi di San Daniele e Spilimbergo e la scelta finale del passaggio per Cornino

— La costruzione de! tronco Pinzano-Gemona

— Dalla «Pedemontana» un paesaggio da vallata svizzera

— La mancata inaugurazione della Pinzano-Gemona e le polemiche sulla sua progettazione

La Sacile-Pinzano

— L'idea di un tram tra San Daniele e Sacile

— L'insorgere delle ragioni strategiche: il ruolo di Gino Zanardini

— Generali e "strateghi" entrano in gioco per sostenere la «Pedemontana»

— Gli ultimi sussulti del partito pro tranvia

— Ipotesi di tracciato più o meno strategiche

— Le elezioni politiche dell'ottobre 1913 e la sconfitta di Zanardini

— Il ritorno degli emigranti: la «Pedemontana» al centro delle lotte operaie

— Se un tram può salvare la Patria

— Attilio Chiaradia e Marco Ciriani a difesa della «Pedemontana»

— Il primo dopoguerra e gli anni della lenta ripresa

— La «Pedemontana»: un bellissimo tema per gli ingegneri e un sogno infinitamente roseo per i poeti

L'esercizio tra Gemona e Sacile

— Gli anni del primo esercizio tra Pinzano e Gemona, la Grande Guerra e la ripresa

— L'inaugurazione della Sacile-Pinzano e la Seconda guerra mondiale

— Gli anni della difficile ricostruzione. Arriva la littorina

— Il «Corriere della Sera» per l'inaugurazione della «Pedemontana»: un servizio del grande Cesco Tomaselli 120 — Come la gente ricorda il treno: le testimonianze orali

— Tra letteratura e indifferenza

L'incidente, lo svio del minuetto a Meduno (6 luglio 2012)

— Il primo comunicato di Rete Ferroviaria Italiana

— La foto del Minuetto deragliato di Alessandro Boz

La mobilitazione delle istituzioni

— Sindaco di Cavasso Nuovo, Emanuele Zanon: il primo amministratore a mobilitarsi

— Appello degli Amici Friulani nel mondo: salviamo la ferrovia

La staffetta "Treni-taglia ridacci il nostro treno!"

— Lo slogan e lo striscione a cura di Francesco Patat (Kerotoo)

— "Il Treno dei Poeti della Asd Ciampore"

— Il supporto dei ciclisti di FIAB alla causa della Pedemontana

— L'impegno degli studenti per la riapertura della ferrovia

Regionalizzazione della linea?

— Iniziative dell'Associazione Friuli Europa - AFE

Un orizzonte incerto

— La protesta corre sui social

— Le tesi di laurea di Aurora Mondello e Francesco Palamin

Lo studio di fattibilità

— Proposta di trasformazione delle ex stazioni in Bicigrill

— A piedi lungo la strada ferrata Pedemontana con Claudio e Giuliano

— L'intervento dell'onorevole Fabrizio Barca a Tramonti di Sotto il 14 ottobre 2014

"Binari senza tempo"

— L'incontro con il Direttore di Fondazione FS Luigi Cantamessa

— I 600 km di "Binari senza tempo"

— La Fondazione FS in Friuli Venezia Giulia

— Il calendario di Pense e Maravee dedicato alla ferrovia Pedemontana

Dal protocollo di Pinzano al protocollo di intesa sulla riapertura

— Il Protocollo di Pinzano e l'appello del territorio unito per la ferrovia

— Italia Nostra dalla parte della ferrovia, inserita nella "Lista Rossa"

Un progetto di territorio

— Ciclotreno, nuova sfida per rilanciare la ferrovia

— La maratona ferroviaria e il supporto di Alleanza per la Mobilità Dolce

— Le iniziative culturali a sensibilizzazione dell'opinione pubblica

II viaggio inaugurale e la nuova vita della Pedemontana

Note

Data inserimento:
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.