Editore: Ministero dei Trasporti e dell'Aviazione Civile - Direzione Generale F.S.
Pagine: 110
Biblioteca: Ferrovie Arrugginite
Luogo: Biblioteca /Museo Ferrovie Arrugginite
Anno: 1972

Stato prestito: Disponibile

Disponibilità: 1/1

Recensione

INDICE

GENERALITÀ E DEFINIZIONI SULLE CASSE DI MANOVRA ELETTRICA TIPO F.S. PER DEVIATOIO

capitolo I

GENERALITÀ E DEFINIZIONI SULLE CASSE DI MANOVRA ELETTRICA TIPO F.S. PER DEVIATOIO

  • 1-01 - La cassa di manovra elettrica da deviatoio
  • 1-02 - Successione schematica delle operazioni durante la manovra di un deviatoio
  • 1-03 - Azione del fermascambio in ciascuna delle due posizioni del deviatoio
  • 1-04 - Controllo ottenuto in cabina per mezzo della cassa di manovra
  • 1-05 - Altri contatti elettrici oltre quelli di controllo nella manovra da deviatoio
  • 1-06 - Come si completa, tenendo conto del controllo, la successione delle fasi di manovra
  • 1-07 - Controllo delle variazioni di scartamento - Puntata
  • 1-08 - Trasmissione del movimento dalla cassa di manovra agli aghi - Tiranti interni ed esterni - Tiranti di manovra e di controllo
  • 1-09 - Tallonamento di un deviatoio - Tallonabilità di una cassa di manovra – Corsa dei tiranti di manovra
  • 1-10 - Casi di posa delle casse di manovra da deviatoio
  • 1-11 - Modalità di posa delle casse di manovra da deviatoio - Zatteroni
  • 1-12 - Particolarità elettriche delle casse di manovra - Contatti di fine corsa

capitolo II

DESCRIZIONE DELLA CASSA DI MANOVRA TIPO F.S. L. 63

  • 2-01 - Insieme del meccanismo
  • 2-02 - Parti principali della cassa
  • 2-03 - Gruppo di manovra
  • 2-04 - Gruppo motoriduttore
  • 2-05 - Gruppo controllo
  • 2-06 - II catenaccio longitudinale

capitolo III

FUNZIONAMENTO MECCANICO DELLA  CASSA DI MANOVRA TIPO F.S. L. 63

  • 3-01 - Generalità
  • 3-02 - Funzionamento della cassa per la manovra da normale a rovescio degli aghi di un deviatoio semplice
  • 3-03 - Funzionamento della cassa di manovra in caso di diminuzione od allargamento di scartamento oltre i limiti di tolleranza ammessi
  • 3-04 - Funzionamento della cassa di manovra in caso di tallonamento
  • 3-05 - Funzionamento della cassa di manovra in caso di scollegamento dei tiranti

capitolo IV

CIRCUITI ELETTRICI E CARATTERISTICHE ELETTRICIIE DI FUNZIONAMENTO DELLA CASSA DI MANOVRA TIPO F.S. L. 63

  • 4-01 - Connessioni elettriche nell'interno della cassa di manovra e fra questa e la cabina
  • 4-02 - Circuiti elettrici
  • 4-03 - Manovra di un deviatoio da normale a rovescio
  • 4-04 - Manovra di un deviatoio da rovescio a normale
  • 4-05 - Tallonamento di un deviatoio nella posizione normale
  • 4-06 - Tallonamento di un deviatoio nella posizione rovescia
  • 4-07 - Manovra da normale a rovescio di due deviatoi formanti comunicazione
  • 4-08 - Manovra da rovescio a normale di due deviatoi formanti comunicazione
  • 4-09 - Tallonamento di uno  dei deviatoi formanti comunicazione

capitolo V

MODALITÀ DI POSA DELLA CASSA DI MANOVRA TIPO F.S. L. 63

  • 5-01 - Applicazione della tiranteria
  • 5-02 - Controllo di accostamento degli aghi chiusi
  • 5-03 - Deviatoi inglesi doppi
  • 5-04 - Osservazioni generiche
  • 5-05 - Varianti costruttive per le manovre e i tiranti da applicare ai secondi cambiamenti dei deviatoi doppi (zoppi)
  • 5-06 - Richiamo dei disegni relativi alla posa delle casse di manovra F.S. L. 63

capitolo VI

MODALITÀ PER RENDERE NON TALLONADILI LE CASSE DI MANOVRA

  • 6-01 - Premessa
  • 6-02 - Elettromagnete  per la non tallonabilità
  • 6-03 - Vincolo rigido tra i tiranti di manovra per la non tallonabilità

capitolo VII

NORME PER IL COLLAUDO E LE VERIFICHE IN ESERCIZIO

  • 7-01 - Generalità per il collaudo
  • 7-02 - Verifiche in esercizio
  • 7-03 - Banco di prova
Data inserimento: